Quando il cuore spera,la grazia di Dio aiuta.

21 maggio 2015

Un abbozzo...di buon mattino

  Scrivo le mie meditazioni quotidiane per fissarle bene nel mio cuore e per poterle leggere di tempo in tempo.
Una vecchia porta di una stalla, dove un tempo remoto  si accoglievano i vicini nelle veglie invernali...
Mi appaga solo a contemplarla così.
  E' un abbozzo, 
 conforme ai miei gusti, 
 felice di espandersi, col suono delle campane, il cinguettio degli uccelli, l'abbaiare di un cane, l'aroma del caffè, che  si mescola nel silenzio di una natura affaccendata. 

19 maggio 2015

" Non ti arrendere mai, neanche quando la fatica si fa sentire, neanche quando il tuo piede inciampa, neanche quando i tuoi occhi bruciano, neanche quando i tuoi sforzi sono ignorati, neanche quando la delusione ti avvilisce, neanche quando l'errore ti scoraggia, neanche quando il tradimento ti ferisce, neanche quando il successo ti abbandona, neanche quando l'ingratitudine ti sgomenta, neanche quando l'incomprensione ti circonda, neanche quando la noia ti atterra, neanche quando tutto ha l'aria del niente, neanche quando il peso del peccato ti schiaccia... Invoca il tuo Dio, stringi i pugni, sorridi... e ricomincia"      
 
[Papa San Leone Magno]

18 maggio 2015

Immagine gentile




Un soffio di vento ha fatto cadere una pioggia di petali bianchi.
 Ti danno la sensazione immediata della morbidezza leggera di neve senza vento.
Con questa impressione di silenzio e di sogno non indugio più ad "ascoltarmi" vado dritta a prepararmi una tazzina di caffè...
Incomincia così la mia giornata!
Luci@ 


15 maggio 2015


Il piccolo principe assisteva allo schiudersi di un enorme bocciolo e sentiva che ne sarebbe venuta un'apparizione miracolosa, ma la corolla indugiava, e si faceva bella, chiusa nella sua camera verde. Con cura sceglieva i colori. Si vestiva piano, accomodando i petali a uno a uno. Non voleva uscire tutta stropicciata come fanno i papaveri. Voleva mostrarsi solo nel pieno fulgore della propria bellezza. Eh, sì! Era molto vanitosa. La sua segreta toilette era durata giorni e giorni. Ed ecco che una mattina, con il sorgere del sole, era apparsa una rosa

 Antoine de
Saint-Exupéry

13 maggio 2015

I cieli sono uguali...






I cieli sono uguali.
Azzurri, grigi, neri,
si ripetono sopra
l’arancio o la pietra:
guardarli ci avvicina.
Annullano le stelle,
tanto sono lontane
le distanze del mondo.
Se noi vogliamo unirci,
non guardare mai avanti:
tutto pieno di abissi,
di date e di leghe.
Abbandonati e galleggia
sopra il mare o sull’erba,
immobile, il viso al cielo.
Ti sentirai calare
lenta, verso l’alto,
nella vita dell’aria.
E ci incontreremo
oltre le differenze
invincibili, sabbie,
rocce, anni, ormai soli,
nuotatori celesti,
naufraghi dei cieli.


Pedro Salinas

Post più popolari